Cos’è una valutazione immobiliare

La valutazione immobiliare è un documento redatto con lo scopo di fornire una descrizione completa ed esaustiva dell’immobile o del complesso immobiliare e valutarne il valore economico-commerciale, ovvero il suo prezzo reale sul mercato.

Normalmente viene consegnato al cliente un testo con tabelle, immagini grafiche e fotografie che riporta tutte le caratteristiche del bene immobiliare (come carico di resistenza, estremi della concessione edilizia, estremi di identificazione catastale, certificati di agibilità o di abitabilità, l’anno di costruzione  ecc.) e, in particolare, quelle che si ritiene possano influenzarne il valore.
Sono anche indicati il metodo di stima e il criterio di stima utilizzati.

Valutiamo:

  • immobili residenziali (abitazioni e fabbricati civili, case, appartamenti, ville…),
  • immobili commerciali, artigianali, industriali e agricoli,
  • posti auto coperti (box), posti auto scoperti,
  • terreni agricoli e/o edificabili,
  • fondi rustici e fabbricati agricoli.

Tipi di valutazione immobiliare

È possibile scegliere tra tre tipi di valutazione immobiliare:

  • valutazione certificata effettuata dal nostro staff,
  • perizia di stima (non giurata), effettuata un nostro tecnico abilitato (solitamente un ingegnere, un architetto o un geometra),
  • perizia di stima giurata, effettuata da un nostro tecnico abilitato (solitamente un ingegnere, un architetto o un geometra), solitamente richiesta per valutazioni patrimoniali finalizzate a divisioni ereditarie, separazioni legali o divorzi tra coniugi o in caso di danni subiti o provocati da terzi o eventi naturali.

Cosa determina il valore

Il prezzo al metro quadrato (m2 o mq) è determinato da diversi fattori, tra cui:

  • la posizione (o ubicazione),
  • la superficie commerciale (o superficie lorda),
  • lo stato di conservazione della struttura portante, dei locali e dell’edificio,
  • lo stato di conservazione e la qualità dei materiali, delle rifiniture e degli impianti,
  • l’efficienza energetica,
  • i servizi pubblici in zona.

 

I metodi di stima

Metodo di stima diretto: per stimare il valore immobiliare è possibile comparare l’oggetto di stima con immobili simili, paragonando le sue caratteristiche con quelle di altri immobili di cui si conosce il prezzo.

Metodo di stima indiretto: non si dispone di dati reali di mercato.

Quando fare una valutazione

  • per stimare ristrutturazioni edili,
  • per stimare terreni agricoli e/o edificabili,
  • per stimare fondi rustici e fabbricati agricoli.

È necessaria una perizia di stima giurata per:

  • stimare danni a fabbricati,
  • divisioni immobiliari
  • progetti divisionali con formazione di quote,
  • stimare le espropriazioni.

Documenti necessari

Per fare una valutazione (anche non certificata o giurata) sono fondamentali:

  • visura catastale contenente i dati catastali (Provincia, Comune, Foglio, Particella, Subalterno)
  • planimetrie catastali dell’immobile
  • copia degli atti di provenienza
  • documentazione fotografica

Tempi

Una valutazione può richiedere dai 3 ai 7 giorni lavorativi.

Costi

Offriamo ai nostri clienti una valutazione certificata gratuita.

Solitamente il costo per una perizia di stima giurata a Roma è a partire da €110,00.
Il prezzo di una perizia di stima immobiliare non è più definito dai tariffari professionali (D.M. 4/04/2001 e s.m.i.), ormai aboliti.

Per avere un’idea dei prezzi medi, potete utilizzare lo strumento di Calcolo compenso professionale (D.M. 140 del 20 luglio 2012) per le professioni dell’area tecnica (architetti, ingegneri, geologi, geometri…), regolarmente vigilato dal Ministero della giustizia.